La vitamina D e il dimagrimento

La vitamina D e il dimagrimento

La vitamina d viene prodotta dall’esposizione della cute alla luce solare. La sua funzione più importante è quella di favorire l’assorbimento del calcio a livello renale, l’assorbimento intestinale del fosforo e i processi di mineralizzazione dell’osso. Spesso molti sottovalutano l ’importanza di questo gruppo di vitamine per la nostra salute.

Attraverso la dieta l’assunzione di vitamina D è minima e non sufficiente a garantire il fabbisogno anche a causa dell’impoverimento nutrizionale dei cibi negli ultimi 30 anni, e quindi l’esposizione solare diventa fondamentale per l’80% nel rifornire l’organismo. Si pone qui un problema: noi discendiamo da antenati che vivevano nella savana nudi e costantemente esposti alla luce del sole, poi circa 150. 000 anni fa, diversi gruppi si staccarono da questa comunità e migrarono verso nord, dove il clima è decisamente più freddo e l’irraggiamento solare meno intenso e per meno ore della giornata.

Per sopperire a questa mancanza di sole e di vitamina D, le popolazioni del nord svilupparono un più alto tasso di tolleranza al lattosio, che però forniva solo una piccola parte del fabbisogno giornaliero di tale vitamina. Conseguentemente il problema si è protratto fino a noi, sempre più costretti ad un ‘alimentazione industriale priva di ogni tipo di nutriente e chiusi nei nostri uffici, nelle fabbriche per buona parte della giornata, coperti dai vestiti che bloccano l’esposizione della pelle al sole. Cosa ne è conseguito? Generazioni sempre più apatiche e depresse soprattutto nei mesi invernali quando le ore di irraggiamento solare si riducono.

In Finlandia, e in generale nei paesi scandinavi, è diventato un problema serio tanto da causare un’impennata della percentuale delle morti per suicidio. Ciò dimostra che l’evoluzione del nostro DNA non riesce a tenere il passo con il progresso tecnico e tecnologico a cui stiamo andando incontro, insomma il genere umano non può vivere senza sole e vitamina D.

E’ scientificamente dimostrato come la mancanza di vitamina D sia anche collegata al sovrappeso: se la massa grassa è molto elevata essa assorbe la vitamina D, impedendole di arrivare al sangue, e lasciando molto alti i livelli di leptina, l’ormone della sazietà, provocando così una resistenza alla stessa e creando una forma di appetito insoddisfabile per tutto l’arco della giornata. Inoltre le persone in sovrappeso hanno una minore capacità di convertire la vitamina D nella sua forma più biodisponibile, e generalmente si vergognano di esporsi in costume al mare, riducendo sempre di più il livello di tale vitamina e aumentando quello della leptina, innescando così un meccanismo che di anno in anno fa accumulare il grasso. 

Vuoi saperne di più su come dimagrire in salute ed in bellezza?

Commenti